Come viaggiare low cost e vivere felici!

Ormai è ufficiale, lo dice la scienza: viaggiare rende felici
Immaginate, quindi,  quali miracoli può fare viaggiare a prezzi low cost e addirittura fai da te!
Se non avete mai provato ad organizzare un viaggio e non sapete da dove cominciare, in questa breve guida troverete tanti spunti utili e concreti.
Se, invece, siete già esperti viaggiatori indipendenti, leggete questo post e diteci cosa ne pensate, se siete d’accordo, se non lo siete, se abbiamo dimenticato qualcosa …

Ma bando alle ciance!
Quali sono gli elementi più importanti nell’organizzazione di un viaggio low cost e fai da te?
La risposta è semplice: flessibilità e fantasia.

In particolare, è bene essere flessibili nella scelta della destinazione e avere fiducia nel caso.

Ad esempio, non ostinatevi nel voler andare in un determinato luogo in un determinato momento!
Quando intravedete l’occasione di un viaggio low cost, lasciate stare la meta che, inizialmente, vi eravate prefissi e lasciatevi guidare dal destino.

Vorreste andare in Argentina ma proprio adesso vi si presenta l’occasione di volare in Cile a prezzi stracciati?
Bene, fate le valigie e partite, presto o tardi arriverà il momento giusto per andare a ballare il tango
Questo è esattamente ciò che è successo anche a me; pensavo di andare in Cina ma, complice Alitalia e il famoso Japan coupon, ho deciso nel 2013 di andare a Tokyo spendendo la cifra folle di € 170 per il volo andata e ritorno dall’Italia
Ovviamente, non ho abbandonato l’idea della Cina, ho solo rinviato quel viaggio finchè non ho trovato un volo che avesse un prezzo “per me congruo” e – come immaginavo – dopo qualche tempo ho scovato un errore di prezzo che mi ha consentito di volare a Shanghai a Capodanno  a soli € 180
Se fate un po’ i conti vedrete che – con un po’ di flessibilità e di fiducia nel caso – sono andata in Oriente due volte, una volta in Giappone e una in Cina spendendo sostanzialmente più o meno quanto di solito si paga per un biglietto aereo per una qualunque destinazione asiatica.

La flessibilità fa sentire il suo peso anche nella scelta dei tempi del viaggio.
Ovvio, direte voi: i prezzi davvero economici si trovano solo in bassa stagione!
In realtà quel che vorremmo evidenziare qui è che talvolta – prolungando o accorciando il vostro viaggio di un solo giorno –  riuscirete a risparmiare cifre considerevoli;  quindi, quando siete a caccia di un biglietto low cost siate flessibili e controllate le varie combinazioni di date.

Altro elemento importantissimo nell’organizzazione dei viaggi low è la fantasia.
Si, avete capito benissimo: creatività e immaginazione sono fondamentali perché spesso permettono di trasformare un volo low cost per una destinazione per voi insignificante nella vacanza dei vostri sogni.

Ad esempio, siete ancora in cerca di un volo per Buenos Aires? Avete notato che ci sono ottime offerte per Montevideo in Uruguay ma non le avete degnate di uno sguardo perché voi volete andare a tutti i costi in Argentina?
Ahh, che errore clamoroso!

pexels-photo-68704
Se aveste usato un po’ di fantasia, avreste notato che Montevideo e Buenos Aires  distano tra loro circa 280 km e sono ottimamente collegate sia tramite autobus sia tramite traghetto e avreste trasformato il vostro sogno in realtà ma a prezzi low cost.

O ancora vorreste visitare Strasburgo ma la città è servita solo da compagnie aeree di linea e il costo del biglietto è davvero esorbitante?
Non scoraggiatevi: con un po’ di immaginazione e una cartina in mano vedrete che Strasburgo si trova proprio al confine con la Germania e la Svizzera e potrete quindi atterrare anche nella città termale di Baden Baden distante circa 50 km oppure, in alternativa, potreste anche cogliere l’occasione per fare una capatina a Basilea  e da qui, in auto, dirigervi verso Strasburgo che dista meno di 150 km.

In questo modo, con un po’ di flessibilità e di fantasia, riuscirete a visitare la destinazione dei vostri sogni ma a prezzi low cost

Un po’ di creatività è poi utile nel caso in cui il vostro volo non sia diretto ma preveda uno scalo.

Infatti, a volte, le regole della tariffa permettono uno stop over ossia uno scalo di durata superiore alle 24 ore; in questi casi, piuttosto che imbarcarvi subito verso la vostra destinazione finale potrete fermarvi un paio di giorni nella città dello scalo e trasformare un noioso stop in aeroporto in un’occasione per visitare due città al prezzo di una.

L’immaginazione gioca un ruolo fondamentale anche laddovepeople-sign-traveling-blur – come nel mio caso – il vostro aeroporto di riferimento non sia servito da voli per destinazioni intercontinentali
In questi casi, siete comunque costretti a fare scalo a Roma, Milano o Venezia.
Tuttavia, usando la fantasia potrete trasformare questo svantaggio in un punto di forza.
Infatti, utilizzando i cd Open Jaw (voli con luogo di partenza diverso da quello di rientro) avrete la possibilità di sfruttare le migliori tariffe disponibili sul mercato.
Ad esempio, potreste partire da Venezia e ritornare su Roma e così spuntare un prezzo particolarmente economico.
L’Open Jaw, poi risulta utile anche in riferimento alla città di destinazione.
Per esempio, se andate in Giappone e volete visitare sia Tokyo che Osaka, non dovete necessariamente volare Roma-Tokyo andata e ritorno per poi fare la spola tra le due città ma potreste atterrare su Tokyo e ripartire da Osaka.
Volendo, potreste combinare due voli completamente diversi: ad esempio all’andata potreste fare la tratta Roma-Tokyo e al ritorno Osaka-Milano

Solo adesso, rileggendo questo post, mi sono resa conto  di aver commesso un errore davvero grossolano: in realtà, gli elementi fondamentali per organizzare un viaggio low cost sono la passione e la pazienza.
Come avrete già intuito o sperimentato, per trovare un volo low cost, occorre un lavoro certosino, una considerevole dose di tempo e un po’ di fortuna.
E siamo ancora all’inizio: si deve ancora trovare l’hotel con un buon rapporto qualità-prezzo, in buona posizione, con buone recensioni, poi si deve stilare l’itinerario, decidere cosa fare, cosa vedere, quanti giorni restare in ogni città …

Ma non scoraggiatevi, se non avete voglia o tempo di setacciare il web, e volete girare l’Europa e il mondo a basso costo potete semplicemente continuare a consultare il nostro sito.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here